Costadilà

Mag 26, 2017 | Prodotti

Un giorno abbiamo assaggiato prosecco sur lie (sui lieviti o colfòndo): ecco, da quel giorno non è mai mancato nella nostra cantina…
Costadilà è un’azienda agricola situata nel contesto della zona storica del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, e che produce seguendo le tecniche agricole del metodo biologico e lavora in cantina seguendo la tradizione con il solo uso di lieviti indigeni.
Il risultato porta a vini di grande espressività, appaganti e piacevoli.
Questo prosecco, in particolare, si può definire un vino glou-glou ma con struttura data dalla macerazione.

Lo trovate, sempre, anche nella nostra Cambusa.

TERROIR, LAVORO NEL VIGNETO E VENDEMMIA

Suolo: poco profondo, marnoso e argilloso. Vigneto in località di Lumon di Campea di Miane situato tra i 250/350 mt di altitudine con esposizione sud, sud-est.

Vitigno: Prosecco Tondo, Bianchetta Trevigiana, Verdiso, Perera

Estensione del vigneto: 0.9 ha. Lavorato in biologico.

Tipo d’impianto: doppio capovolto.

Densità media ceppi per ha: 3000

Età media del vigneto: 35 anni

Produzione media per ettaro: 100.0 hl

Vendemmia: Manuale

IN CANTINA

Vinificazione: pigiatura delle uve, fermentazione spontanea e macerazione sulle bucce per 15 giorni in inox. Affinamento sulle fecce fini per 5 mesi. Presa di spuma: secondo la pratica tradizionale, rifermentazione naturale in bottiglia. Prima dell’imbottigliamento aggiunta di mosto non fermentato, da torchiature di stesse uve lasciate in appassimento fino a marzo.

Solforosa totale (SO2): 8.0 mg/l

Bottiglie prodotte: ca. 6500

CARATTERISTICHE

Vino bianco frizzante dal colore arancione, dal naso fruttato e dalla bocca morbida, bucciosa, croccante, con un’elegante nota minerale e dal finale leggermente amarognolo. Modalità di servizio: Modo 1: Aprire la bottiglia, leggermente inclinata per evitare la fuoriuscita del vino, versare lentamente nel bicchiere finchè non esce torbido: chi desidera il fondo, ne farà richiesta. Modo 2: Caraffare lentamente per separare i sedimenti del vino, e servire in una flûte o in un bicchiere che abbia il “punto-perlage”. Modo 3: Agitare prima “dell’uso”, aprire la bottiglia ben fredda, tenendola leggermente inclinata e servirla direttamente nel bicchiere. Assaporerete il prosecco con il suo gusto originalmente amarognolo e sentirete le bollicine in bocca senza vederle…

Articoli correlati

”trito” e la Plip su Pomeriggio Sky Sport 24

Giovedì 7 dicembre alle ore 16.30 il nostro chef David Marchiori sarà ospite in studio a Pomeriggio Sky Sport 24 per presentare il suo romanzo ''Trito'' e raccontare l'esperienza dell'Osteria PLIP. Articoli correlati Dove siamo Aperti tutti i giorni, pranzo e cena Per...

La focaccia d’autore 2017 PLIP!!!

Come lo scorso anno, anche per il Natale 2017 la PLIP propone la propria focaccia natalizia realizzata grazie alla partnership con amici lievitati! Quest'anno il nostro chef, insieme a Maurizio Linetti del forno della Riviera del Brenta propone la focaccia...

Felicetti Monograno: la pasta per antonomasia

I prodotti del Pastificio Felicetti sono tra i più usati nelle cucine dell'Osteria Plip. Si tratta di una pasta di alta qualità prodotta con un’accurata selezione di materie prime biologiche, cioè con i grani migliori, l’aria e l’acqua del Trentino. Nella nostra...

Dove siamo

Aperti tutti i giorni,
pranzo e cena

Per prenotazioni:
347 99 44 257

Via S. Donà, 195
30174 Mestre, VE

Prenota ora 347 99 44 25