Costadilà

Mag 26, 2017 | Prodotti

Un giorno abbiamo assaggiato prosecco sur lie (sui lieviti o colfòndo): ecco, da quel giorno non è mai mancato nella nostra cantina…
Costadilà è un’azienda agricola situata nel contesto della zona storica del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, e che produce seguendo le tecniche agricole del metodo biologico e lavora in cantina seguendo la tradizione con il solo uso di lieviti indigeni.
Il risultato porta a vini di grande espressività, appaganti e piacevoli.
Questo prosecco, in particolare, si può definire un vino glou-glou ma con struttura data dalla macerazione.

Lo trovate, sempre, anche nella nostra Cambusa.

TERROIR, LAVORO NEL VIGNETO E VENDEMMIA

Suolo: poco profondo, marnoso e argilloso. Vigneto in località di Lumon di Campea di Miane situato tra i 250/350 mt di altitudine con esposizione sud, sud-est.

Vitigno: Prosecco Tondo, Bianchetta Trevigiana, Verdiso, Perera

Estensione del vigneto: 0.9 ha. Lavorato in biologico.

Tipo d’impianto: doppio capovolto.

Densità media ceppi per ha: 3000

Età media del vigneto: 35 anni

Produzione media per ettaro: 100.0 hl

Vendemmia: Manuale

IN CANTINA

Vinificazione: pigiatura delle uve, fermentazione spontanea e macerazione sulle bucce per 15 giorni in inox. Affinamento sulle fecce fini per 5 mesi. Presa di spuma: secondo la pratica tradizionale, rifermentazione naturale in bottiglia. Prima dell’imbottigliamento aggiunta di mosto non fermentato, da torchiature di stesse uve lasciate in appassimento fino a marzo.

Solforosa totale (SO2): 8.0 mg/l

Bottiglie prodotte: ca. 6500

CARATTERISTICHE

Vino bianco frizzante dal colore arancione, dal naso fruttato e dalla bocca morbida, bucciosa, croccante, con un’elegante nota minerale e dal finale leggermente amarognolo. Modalità di servizio: Modo 1: Aprire la bottiglia, leggermente inclinata per evitare la fuoriuscita del vino, versare lentamente nel bicchiere finchè non esce torbido: chi desidera il fondo, ne farà richiesta. Modo 2: Caraffare lentamente per separare i sedimenti del vino, e servire in una flûte o in un bicchiere che abbia il “punto-perlage”. Modo 3: Agitare prima “dell’uso”, aprire la bottiglia ben fredda, tenendola leggermente inclinata e servirla direttamente nel bicchiere. Assaporerete il prosecco con il suo gusto originalmente amarognolo e sentirete le bollicine in bocca senza vederle…

Articoli correlati

Felicetti Monograno: la pasta per antonomasia

I prodotti del Pastificio Felicetti sono tra i più usati nelle cucine dell'Osteria Plip. Si tratta di una pasta di alta qualità prodotta con un’accurata selezione di materie prime biologiche, cioè con i grani migliori, l’aria e l’acqua del Trentino. Nella nostra...

Pasta all’uovo Filotea

Ecco un altro prodotto che usiamo nella nostra cucina e che potete acquistare nella nostra Cambusa: la pasta all’uovo Filotea. Essa viene realizzata secondo l’antica ricetta Marchigiana, seguendo alla lettera lo stesso processo di lavorazione usato dalle nostre...

Dove siamo

Aperti tutti i giorni,
pranzo e cena

Per prenotazioni:
347 99 44 257

Via S. Donà, 195
30174 Mestre, VE

Prenota ora 347 99 44 25